December 3, 2020

Noleggiare un’auto a Barcellona. Cinque consigli pratici per non perdersi

Sicuramente una delle città più amate e conosciute della Spagna, Barcellona richiama turisti da tutto il mondo tanto per le sue attrazioni culturali, quanto per la sua movida diurna e notturna. I quartieri sono in continua trasformazione, i locali si rinnovano ogni anno offrendo nuovi stimoli e scorci da visitare, accanto ai monumenti e alle opere d’arte che hanno reso questa città un museo a cielo aperto sul mare. Se non avete mai visitato Barcellona, o se non vedete l’ora di tornarci, abbiamo alcuni consigli per voi.

Sagrada Familia, Parco Güell, Casa Battló

È immenso il lascito di Antoni Gaudì alla città di Barcellona; dal sodalizio tra l’architetto e il mecenate Eusebi Güell nascono infatti le sue opere architettoniche di maggiore bellezza, che sono oggi patrimonio di tutta la città e dei suoi visitatori. La Sagrada Familia è probabilmente l’opera più conosciuta associata al maestro, che lavorò alle sue guglie e ai suoi archi per oltre trent’anni, trasferendovi il suo studio, trasformandolo in abitazione e alla fine morendo proprio ai piedi della cattedrale, senza riuscire mai a completarla.

Casa Battló merita sicuramente una visita, soprattutto dopo il recente restauro; pur essendo l’unico edificio realizzato da Gaudì in stile modernista, ne è diventato nel tempo uno dei maggiori simboli a livello internazionale. Come per Casa Battló, Parco Güell nasce nel periodo naturalistico di Gaudì, che per realizzarlo prese ispirazione dalla natura, inserendo armonicamente il parco nella tenuta di 17 ettari precedentemente conosciuta come Montaña Pelada. Per questo e per la posizione rialzata rispetto al resto della città il parco gode di una vista assolutamente da non perdere.

  • Sagrada Familia
  • Parco Güell
  • Casa Battló

Ir de tapas

Barcellona è sicuramente famosa per i suoi aperitivi a base di “tapas”, il cui nome prende spunto dai piattini che venivano usati una volta per tappare i boccali di vino nei locali. Originariamente le “tapas” erano a base di salame, prosciutto e formaggio, ma col tempo si sono evolute fino a diventare un vero e proprio finger food da gourmet. I tapas bar a Barcellona sono infiniti, sarebbe impossibile sceglierne uno e per di più la tradizione prevede che se ne visitino almeno 14 in un giorno solo.

Il consiglio innanzitutto è di affittare un auto. Di autonoleggi se ne trovano molti, oltre a tutti i più noti segnaliamo in centro: Hertz e AutonoleggioSpagna. Poi partire da Cal Pep, uno dei Tapas Bar più famosi e amati per il pesce fresco e la varietà dell’offerta, e spostarsi dalla Barceloneta a Gracia, lasciandovi ispirare dall’atmosfera del momento e dai posti che vi colpiscono di più. Sicuramente le sorprese non mancheranno.

Non solo cerveza

Troppo spesso si associa la Spagna esclusivamente a birre chiare e beverine, al vino rosso della casa che accompagna tapas e pinchos durante l’aperitivo e a cocktail come il famosissimo mojito, o il più modesto ma non meno diffuso calimocho, che si ottiene mischiando per il 50% vino rosso e per il restante una bevanda a base cola. Quello che invece spesso molte persone ignorano è che il capoluogo catalano ha una moltitudine di bar dalla storia antichissima, che servono da decenni liquori e storie di prima qualità.

Nel cuore del Raval, il bar Marsella col suo pavimento scricchiolante e la polvere sulle bottiglie, riporta gli avventori all’epoca in cui Hemingway e Dalì frequentavano questo locale, probabilmente sorseggiando lo stesso assenzio che viene servito ancora oggi in un’atmosfera molto più che suggestiva. Mentre la Vermuteria del Tano in Carrer de Joan Blanques porta avanti una vera e propria tradizione catalana: il vermut, che un tempo veniva consumato soltanto la domenica a pranzo al ritorno dalla messa, ora è amato da tutti a tutte le ore.

  • Bar Marsella
  • Vermuteria del Tano

Un po’ di shopping

Barcellona è una città che negli anni ha dimostrato di saper attrarre e accogliere un pubblico che abbraccia ogni classe sociale e fascia d’età; così come è variegato il suo pubblico, lo sono anche i quartieri e i negozi in cui è possibile perdersi per un pomeriggio di shopping. Si passa dai negozi più chic che sfoggiano grandi marchi nella cornice elegante di Passeig de Gracia (da Bulgari a Gucci, da Chanel a Dolce & Gabbana) ai centri commerciali e agli outlet dell’ Avinguda Diagonal (Mango, Primark, Desigual, Zara, etc.).

Ma lo shopping del capoluogo catalano non è solo sinonimo di grandi catene commerciali. Addentrandosi nelle vie del Born, a un passo dal Museo Picasso, una moltitudine di piccole botteghe artigianali riconvertite in boutique attira i turisti più modaioli e gli appassionati di sartoria e creazioni fatte a mano. Mentre per gli appassionati del vintage, gli indirizzi da non perdere sono Carrer de la Riera Baixa nel quartiere del Raval e Els Encants, un mercato delle pulci unico nel suo genere che affaccia sulla Avinguda Meridiana.

  • Passeig de Gracia
  • Avinguda Diagonal
  • Born
  • Els Encants

Nei dintorni di Barcellona

A meno di un’ora di macchina dal centro di Barcellona si trova uno splendido paese circondato dalle viti e immerso nelle colline, che prende il nome di Vilafranca del Penedès. Qui ogni anno verso la fine di agosto si svolge la Festa Major, una manifestazione che è stata dichiarata di interesse nazionale per la salvaguardia e la tutela del folklore e del patrimonio culturale della zona. Tra fuochi d’artificio, processioni e castelli umani, si celebra San Felice, si canta e si balla, per chi vuole anche fino al mattino seguente.

Infine per chi arriva a Barcellona in aereo, vale la pena concedersi una notte nella suggestiva cornice di Tarragona. A meno di un’ora di macchina da Barcellona, tra rovine storiche, anfiteatri di epoca romana e viuzze caratteristiche, la città rappresenta un’alternativa romantica e comoda per una breve fuga dalla vitalità del vicino capoluogo. Appena fuori dall’aeroporto El Prat, oltre al già citato Cerbero, anche Sixt fornisce noleggio di macchine a prezzi economici e soprattutto garantisce disponibilità di vetture 24 ore su 24.